(Hrvatski) Razvoj i projekti 2017-11-02T16:53:15+00:00

Loading...

Proggetti

 

Ampliamento e ristrutturazione di ormeggi per navi passeggeri sulla parte esterna della diga foranea del Porto della città di Spalato

 

Al giorno d’oggi il porto di Spalato accoglie ogni anno circa 5 millioni di passeggeri e 730.000 automobili. Il traffico portuale nazionale, nonché quello internazionale, sono di anno in anno in continuo aumento e hanno la tendenza a un’ulteriore crescita. Per queste ragioni, si verifica la mancanza di infrastrutture e sovrastrutture necessarie per il regolare servizio del traffico nel Porto della città di Spalato. Al fine di soddisfare le esigenze e le necessità di sviluppo delle capacità portuali, in particolare in termini di miglioramento della sicurezza del flusso di passeggeri e veicoli, e di aumento della sicurezza del traffico nel porto, l’Autorità Portuale di Spalato ha avviato il Progetto di ricostruzione delle infrastrutture del porto di Spalato. L’ampliamento e la ristrutturazione di ormeggi per navi passeggeri sulla diga foranea è in funzione diretta all’aumento del flusso del traffico nel Porto della città di Spalato, sia per il trasporto terrestre sia per quello marittimo. La costruzione di ormeggi per navi sulla diga foranea del porto di Spalato ha avuto inizio nel giugno del 2014. e i lavori di construzione sono stati divisi in due fasi. La I fase è stata completata nel luglio 2016 e la seconda fase del marzo 2017. Due ormeggi per navi nel trasporto nazionale ed internazionale di passeggeri e veicoli, nonché l’accoglienza di navi da crociera sono stati costruiti, si aveva maggiore superficie operativa portuale, il che permetterà il maggior flusso di passeggeri e di veicoli, la maggiore sicurezza del traffico nel porto e la prestazione di migliori servizi portuali.

Il contraente è la comunità offerente “Ingegneria Pomgrad” S.r.l. di Spalato e “Viadotto” S.p.A di Zagabria.

Il valore complessivo dell’investimento è pari a 23.347.366,98 euro.

Il progetto di ricostruzione dell’infrastruttura del porto di Spalato, nonché la costruzione di ormeggi per navi passeggeri, sono la parte della strategia di investimento del Governo della Repubblica di Croazia con il fine di sostenere il rafforzamento delle infrastrutture di trasporto e della rete turistica della Croazia, e pertanto anche della città di Spalato. L’importanza delle infrastrutture efficienti di trasporto locale è riconosciuta come uno dei fattori chiave che garantiscono la qualità dei servizi e l’ampliamento dell’offerta turistica delle già famose destinazioni turistiche della Croazia.

EcoPort

Considerando la costruzione di nuovi edifici nel porto di Spalato, le moderne esigenze di applicazione delle norme di politica ambientale e le caratteristiche specifiche della zona gestita dall’Autorità Portuale di Spalato, nella parte di: le zone del porto (sei zone completamente separate-i bacini, uno dei quali si trova nel vero centro storico), lo stato dell’ambiente e la specificità dell’autorità amministrativa (sistema di concessioni, gran numero di concessionari ed enti pubblici interessati), v’è sorta la necessità della formalizzazione e la standardizzazione della gestione ambientale nel porto di Spalato sui principi del EcoPorts (ESPO).

Il sistema di gestione ambientale basato sui principi della ESPO, l’Organizzazione europea di porti marittimi (EcoPorts EMS) include il classico sistema di gestione della qualità e di gestione ambientale, il sistema tradizionale di piani d’azione per la tutela dell’ambiente – piani per la protezione ambientale ed elaborazione di documenti gestionali dell’istituzione, ed è orientato verso tutti i partner, in particolare la comunità e la comunicazione con la comunità. L’EcoPorts rappresenta la stretta interconnessione dello sviluppo, della protezione ambientale e del sistema di gestione basato sui principi dello sviluppo sostenibile. L’EcoPorts si sta sviluppando come un processo che consente a tutti i partner di partecipare in modo costante e attivo, di condividere la responsabilità nel risolvere o prevenire il problema e inoltre permette l’influenza, il controllo e il monitoraggio di tutti i procedimenti nel processo. Il coinvolgimento di tutti i partner / parti interessate nel processo decisionale dovrebbe consentire il libero flusso di informazioni, tenendo conto delle esigenze individuali, l’affermazione della partnership e la sensibilizzazione.